• Google+ Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon

Proudly created with Wix.com

Camminando Centro Studi Aps - Via Moroni n. 8 (MM1 Sesto Rondò) - Sede Legale Via Giovanna D'arco n. 69 -20099 Sesto San Giovanni (MI) - Tel. 02 22470740

Email info@camminando.net
Cod.fisc. e P.iva:: 97807390154  - Codice Iban IT77N0569620700000008622X15

Ethan © R. 2017 - Tutti i diritti riservati

L'educazione posturale è una disciplina che, proposta in corsi di gruppo e in sessioni individuali, serve a conoscere, prevenire e curare il mal di schiena.

Poiché circa l’80% dei dolori vertebrali ha come motivo scatenante vizi posturali che possono essere determinati da scorrette posizioni assunte nella vita quotidiana e durante l’attività lavorativa, l’educazione e la ginnastica posturale hanno come scopo il riconoscimento di queste alterazioni e lo scioglimento dei blocchi che ne conseguono. 

La ricerca e il mantenimento della corretta postura permettono la riduzione o la risoluzione del dolore vertebrale, oltre a una migliore consapevolezza del proprio corpo e a una più opportuna distribuzione dei carichi.

Durante le sedute si sfruttano metodiche derivanti da diverse tecniche che hanno tuttavia lo stesso obiettivo, da quelle di Moshe Feldenkreis a quelle di Françoise Mézières, al training autogeno; la respirazione, considerata un prezioso alleato, viene utilizzata in stretta concomitanza con gli esercizi stessi.

L'importanza della postura

Come dice Moshe Feldenkrais, la postura è la capacità di fare movimenti nelle sei direzioni spaziali senza la necessità di riorganizzarsi: in una buona postura si raggiunge l’obiettivo senza sforzo. Oltre all'assenza di sforzo e di resistenza, si prova un senso di piacere e di leggerezza.

Lo sforzo si presenta quando altre azioni entrano in conflitto con quelle necessarie allo svolgimento dell’atto: fisicamente si presentano blocco della respirazione, tensioni sul rachide o su altre articolazioni. Atteggiamenti assunti nel tempo possono rappresentare una resistenza inutile, che per essere vinta costringe il corpo a un inutile dispendio energetico.

Inoltre i movimenti volontari, quando sono ben organizzati, sono reversibili, si possono cioè fermare o si può far cambiare loro direzione senza sforzo alcuno. Quanto alla respirazione, il trattenimento del fiato è indice sicuro di sforzo nel mantenere una postura, che, non risultando economica, si può considerare scorretta.

I corsi, tenuti da Claudia Delfino, si tengono  il lunedì dalle 18.30 alle 20 e mercoledì dalle 10,30 alle 11,15 

Per maggiori informazioni e per prenotare una lezione di prova gratuita scrivere a info@camminando.net oppure telefonare al numero 02 22470740 oppure 347 0860323.